La comunità si apre al territorio - Danieli

    
                                                                                                           






Associazione onlus Giovanni Danieli
Comunità educative, case famiglia e gruppi appartamento per minori
Vai ai contenuti

Menu principale:

La comunità si apre al territorio



Per favorire il processo educativo in ogni minore, la comunità si propone di aprirsi al territorio coinvolgendosi e facendosi coinvolgere dalle numerose iniziative ed opportunità offerte.
In particolare le strutture di riferimento saranno quelle che permetteranno ai minori ospiti di partecipare ad attività scolastiche e ludico-ricreative importanti per la loro crescita, senza dimenticare il necessario rapporto da mantenere con i servizi sociali e sanitari.
Per quanto riguarda le attività ludico-ricreative, oltre a quelle organizzate internamente alla struttura la Comunità garantirà la possibilità di inserire i minori in contesti che permettano loro di sperimentare rapporti con coetanei aumentando il grado di socializzazione, imparando a stare con gli altri in modo positivo e collaborativo.
Il territorio offre numerose possibilità facilmente accessibili: i patronati con le loro attività oratoriali; attività sportive di ogni tipo (calcio, nuoto, pallavolo, basket, rugby,atletica, arti marziali, …).
Se la comunità intende aprirsi al territorio occorre far sì che anche il territorio si apra alle tematiche che hanno reso necessaria la comunità. Sarebbe miope per un progetto di accoglienza e di aiuto limitarsi ad un intervento di sostegno e di recupero nei confronti di un gruppo di minori senza occuparsi del contesto in cui vivono e da cui sono circondati.
Non è assolutamente facile per la comunità sociale, per le istituzioni e per le diverse figure professionali che entrano in contatto con i minori, assumere una posizione di identificazione partecipe con la sofferenza, di vicinanza emotiva e di comprensione nei confronti dei minori.
Occorre dunque individuare strumenti e percorsi di sensibilizzazione e di formazione finalizzati a promuovere una cultura dell'accoglienza e dell'aiuto nei confronti dei minori che vivono l’esperienza della comunità sulla base del presupposto che una maggiore capacità sociale, culturale e istituzionale di identificazione e di comprensione delle problematiche che hanno reso necessario l’inserimento in comunità favorisce una più efficace e capillare azione di tutela, di cura, di comprensione, di recupero mentale e sociale delle vittime stesse. Per esempio nelle scuole è possibile trasformare la presenza del minore maltrattato ospite di una comunità da soggetto portatore di un problema a risorsa in grado di sollecitare solidarietà, riflessione, responsabilizzazione sui temi dell’ascolto del disagio, dell’intelligenza emotiva, della famiglia.
Associazione Giovanni Danieli                                          
Via Zara n. 35                                                                            Tel/fax: 049618081
35134   PADOVA                                                                                       

Torna ai contenuti | Torna al menu